Fisiatria

Diagnosi e della cura di tutti i disturbidi movimento che, a causa di una patologia, possono diventare difficili, dolorosi o addirittura impossibili da eseguire, creando un’importante perdita nell’autonomia e nella qualità di vita del paziente, come per esempio danni motori di natura ortopedica (artralgieartrosi, traumi post-operatori, disabilità conseguenti a incidenti) o problemi dovuti a patologie neurologiche degenerative 

L'approccio del fisiatra è infatti globale perché considera la persona sotto tutti gli aspetti della sua vita (lavoro, sport, relazioni socio-familiari, aspettative ecc.)  

Il fisiatra si occupa di valutare il deficit motorio del paziente tenendo conto della patologia di base, ma soprattutto delle sue conseguenze, anche psicologiche, e dell’impatto sociale che questo “danno” ha sul paziente. 

Il fisiatra si avvale della collaborazione del fisioterapista e dell'osteopata  alla cui esperienza e capacità affida il paziente dopo la diagnosi clinica e la formulazione di un preciso programma riabilitativo.