SERVIZI

Neuropsicologia

La Neuropsicologia è una disciplina scientifica, branca della Psicologia, che si occupa dello studio delle diverse funzioni cognitive, delle componenti emotivo-motivazionali e delle aree del cervello in cui
esse hanno origine e da cui dipendono.
Più specificatamente, la Neuropsicologia Clinica si occupa di valutare, attraverso l’utilizzo di alcuni test specifici, l’eventuale presenza di deficit cognitivi conseguenti a patologie a carico del sistema
nervoso centrale.

La valutazione neuropsicologica

La valutazione neuropsicologica consiste in un incontro in cui vengono valutate le principali dimensioni del funzionamento cognitivo:
- Memoria
- Attenzione
- Linguaggio
- Funzioni esecutive
- Abilità visuo-spaziali
- Abilità prassiche
La valutazione neuropsicologica è utile alla differenziazione tra invecchiamento normale e patologico, alla rilevazione e all’analisi dei danni residuali nelle competenze cognitive e comportamentali a
seguito di lesioni cerebrali acquisite o di processi neurodegenerativi e al monitoraggio nel tempo dell’evoluzione degli eventuali deficit cognitivi.
La valutazione neuropsicologica risulta utile inoltre alla discriminazione tra sintomi psichiatrici e neurologici, all’individuazione di possibili fattori che condizionano l’efficienza cognitiva e
all’individuazione di deficit dell’autonomia del paziente nelle attività della vita quotidiana.

Come si svolge la valutazione neuropsicologica?

La valutazione neuropsicologica si articola in tre momenti principali:
-la conduzione di un colloquio clinico-anamnestico con il paziente
-la somministrazione di test psicometrici standardizzati al paziente
-la conduzione di un colloquio con i familiari accompagnatori.
I risultati ottenuti ai test neuropsicologici vengono corretti e riportati in un referto clinico, che contiene una descrizione commentata dei risultati ottenuti e la definizione di un possibile/probabile
orientamento diagnostico. Tali risultati vengono poi spiegati al paziente durante il colloquio di restituzione.
Per un inquadramento clinico-diagnostico più completo e per una migliore presa in carico del paziente, l’esito della valutazione viene anche riferito al Medico Specialista, solitamente il neurologo.

Quando richiedere una valutazione neuropsicologica?

La valutazione neuropsicologica viene spesso richiesta quando compaiono segni di iniziale decadimento cognitivo, percepiti anche soggettivamente (difficoltà di memoria, di calcolo, difficoltà
nell’orientamento spaziale…) e quando appaiono deficit cognitivi conseguenti a particolari lesioni cerebrali.
Le principali patologie per le quali viene spesso richiesta la valutazione neuropsicologica, in particolare, sono:
-ictus;
-trauma cranio-encefalico;
-patologie psichiatriche;
-encefaliti;
-Sclerosi Multipla;
-malattie neurodegenerative (Malattia di Alzheimer, Demenza Frontotemporale, Malattia di
Parkinson…).

 

 

Valutazione neuropsicologica di primo livello (screening) – Consigliata anche a partire dai 50 anni al fine di ottenere un quadro generale del proprio funzionamento cognitivo e verificare la necessità di ulteriori approfondimenti

€ 130

Valutazione neuropsicologica di secondo livello (test di approfondimento)

€ 80

Sostegno psicologico per il paziente

€ 80

Sostegno psicologico per caregivers e psicoeducazione per i familiari

€ 80

Valutazione neuropsicologica ai fini della richiesta dell’invalidità civile

€ 100

Servizi correlati
Contatti
  • 0239297650
  • info@lineamedica.it